< img height = "1" width = "1" style = "display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=313463812157372&ev=PageView&noscript=1" />

AZIENDA

La storia di Caffè Corsini è fatta di idee e di persone. E' stata fondata nel 1950 ad Arezzo, da Corsino Corsini, che da un piccolo laboratorio artigianale di lavorazione del caffè ha creato una delle più importanti torrefazioni. Attualmente, sotto la guida del presidente Patrick Hoffer,  l'azienda è portavoce del made in Italy nel mondo, presente con i suoi prodotti in oltre 60 paesi. 

FILOSOFIA

Caffè Corsini è particolarmente attenta alla salvaguardia dei territori di produzione, alla tutela dell’ambiente e della popolazione locale che lavora il caffè. Cura rapporti commerciali diretti con i piccoli produttori del sud del mondo, riconoscendo loro pari dignità e opportunità per uno sviluppo autonomo. Alla sua base c’è una filosofia ‘green’, che, dal rispetto per i lavoratori e i consumatori, passa all’ambiente che ci circonda. 

È per questo che Caffè Corsini porta avanti un impegno verso la sostenibilità ambientale e le energie rinnovabili, per cui ha di recente sostituito per intero la vecchia copertura del tetto con moduli fotovoltaici, grazie ai quali risparmia circa il 30% dell’energia necessaria. Inoltre, ricicla carta, cartone e materiale plastico con l’apposito compattatore.

Una filosofia aziendale che concilia passione, qualità, innovazione, etica e una ricerca continua. 

PRODUZIONE

Con più di 4.500 tonnellate di caffè torrefatto all’anno, Caffè Corsini è presente sul mercato con una vasta gamma di prodotti indirizzati sia alla grande distribuzione che al canale bar. 

I chicchi di caffè, provenienti dalle diverse origini del mondo, vengono selezionati singolarmente, attraverso viaggi alla ricerca di miscele pure, per portare in tavola e al bar un gusto che non è solo frutto di numeri e macchine, ma di volti, di aroma e di culture di terre diverse. Come la Colombia, il Brasile, la Jamaica, il Kenia, l’India, El Salvador, il nuovo caffè selvatico Harenna, proveniente dall’Etiopia, e il Guatemala Huehuetenango, entrambi presidio Slow Food. 

Dalla linea Caffè Corsini fino alla nuova linea Ditta Artigianale, caffè tostati freschi e scelti da micro-torrefazioni, la gamma di prodotti copre ogni potenziale domanda di consumo, dal caffè in grani, a quello macinato, alle cialde, l’american coffee, l’orzo, i caffè provenienti dalle agricolture biologiche, quello al ginseng e la linea Tè Corsini. 

A questo si aggiunge la linea Hario, dedicata al metodo del ‘pour over’, che permette di ottenere infusi di caffè, secondo una filosofia slow di vita. Inoltre, Caffè Corsini si è lanciata anche nel mercato del mono porzionato (cialde e capsule), compatibili con le maggiori marche di macchine da caffè, un reparto in continua crescita. 

Alla base di tutti un’accurata selezione di luoghi di coltivazione, di produzione, e la severità e la capillarità dei controlli, che iniziano con i campioni del paese di origine e terminano con il controllo post-vendita.

LABORATORIO

Un compito fondamentale è svolto dal Laboratorio Controllo Qualità che monitora ogni parte del ciclo produttivo, con un team di esperti selezionatori e assaggiatori.

Selezione
Il caffè verde, una volta selezionato, viene valutato sulla base delle caratteristiche organolettiche e delle difettosità, per scegliere solo i campioni in grado di assicurare il miglior risultato in tazza.

Tostatura
Viene continuamente monitorato l’indice colorimetrico di ogni tostata, per far sviluppare in modo ottimale le caratteristiche positive di ogni miscela, secondo i rispettivi parametri di riferimento.

Macinatura
Viene controllata la granulometria del semilavorato sia con un vibrosetacciatore, che verifica la curva granulometrica del prodotto, sia con prove di estrazione.

Confezionamento
In questa fase il controllo qualità provvede a tutti i controlli necessari alla commercializzazione del prodotto finito, incluse le prove organolettiche per verificare il mantenimento dello standard qualitativo definito.

Il laboratorio gestisce tutte le prove chimico-fisiche e microbiologiche
sulla materia prima e sui prodotti finiti. Internamente viene effettuato il controllo dell’Ocratossina A, usando la metodica ufficiale (HPLC) sul 100% delle partite di caffè verde acquistato, mentre presso laboratori esterni, con frequenza stabilita, vengono controllati i parametri microbiologici, chimici e fisici.

Settimanalmente vengono effettuati test su vari prodotti, 
compilando delle schede di valutazione che il controllo qualità analizza per evidenziare differenze statisticamente significative e caratteristiche positive e negative di ciascun prodotto.